CAMPO SCUOLA IN CAMPANIA

3 GIORNI  / 2 NOTTI

PAESTRUM, Minicrociera Sorrento — AMALFI, Museo Città della Scienza — REGGIA DI CASERTA

quota di partecipazione:  € 189,00 min. 40 partecipanti

1° GIORNO :

Partenza dalla città di origine e arrivo a Paestum, visita guidata di mezza giornata a Templi e Museo di Paestum.

Fondata dai greci intorno al 600 A.E.V., si chiamava inizialmente Poseidonia, da Poseidone, o Nettuno, dio del mare, al quale la città era stata dedicata. Tra il 400 e 273 avanti fu occupata dalla popolazione italica dei lucani.

Nel 273 divenne colonia romana col nome di Paestum.La fondazione della città si dovette al bisogno che Sibariti ebbero diaprirsi una vi commerciale fra lo Ionio e il Tirreno attraverso la dorsale dell’Appennino, evitando di circumnavigazione della costa calabra e lo stretto di Messina. Straordinari da visitare i templi di Cerere, Hera e Nettuno, insieme al museo archeologico in cui è custodita la famosa Tomba del Tuffatore.

Pranzo libero al sacco. Trasferimento ad Agropoli e visita libera del borgo medioevale e del famoso castello Aragonese. Proseguimento per Marina di Varcaturo, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° GIORNO :

Prima colazione in hotel e trasferimento a Salerno, imbarco per la  MINICROCIERA AMALFI/POSITANO (intera giornata) con navigazione lungo la costa, passaggio ai famosi Faraglioni e proseguimento per Nerano, riserva marina di Punta Campanella. Proseguimento per Positano lambendo le isole dei Li Galli e arrivo ad Amalfi con sbarco in banchina e tempo libero di 1 ora e 30 ca. Reimbarco e partenza per Salerno. Pranzo con i cestini preparati dall’albergo o possibilità di pranzo a bordo (con supplemento). Rientro in albergo per cena e pernottamento.

In alternativa: Campi Flegrei, vulcani e archeologia: Solfatara di Pozzuoli — Parco archeologico di Cuma

Trasferimento alla Solfatara di Pozzuoli ed incontro con la guida; l’itinerario “vulcani e archeologia” intende offrire agli studenti una panoramica generale di quella che è stata la vita del territorio dal punto di vista naturalistico e storico/ archeologico.

I Campi Flegrei (dal greco ardente) sono un territorio a Nord Ovest di Napoli famoso per l’aspetto vulcanologico (oltre 40 vulcani spenti) ed uno ancora in attività o meglio allo stato quiescente: LA SOLFATARA DI POZZUOLI.

Interessanti manifestazioni sono visibili presso il vulcano Solfatara come i soffioni, laghetti di fango e tutte quelle manifestazioni tipiche di un vulcano in via di estinzione. La particolarità della Solfatara è quella di essere un vulcano che si estende in orizzontale e non in verticale, epicentro inoltre di un fenomeno come quello del bradisismo che interessa solo l’area dei Campi Flegrei ed in particolare la città di Pozzuoli.

Grazie alla posizione strategica dei Campi Flegrei, dapprima i greci fondarono Cuma, una delle prime colonie della Magna Grecia,successivamente ampliata e fortificata dai romani. Famosa è stata Cuma per il suggestivo Antro della Sibilla e per essere stata centro di diffusione del primo alfabeto.

Pranzo con i cestini preparati dall’albergo presso l’area picnic della Solfatara di Pozzuoli    

3° GIORNO :

Colazione in hotel e trasferimento alla “Città della Scienza” per la dove è possibile partecipare a uno dei tanti progetti didattici proposti. Rientro in hotel per il pranzo.

Partenza per la visita guidata della Reggia di Caserta, o Palazzo Reale, una dimora storica appartenuta alla famiglia reale della dinastia Borbone di Napoli, proclamata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Circondata da un vasto parco nel quale si individuano due settori: il giardino all’italiana, in cui sono presenti diverse fontane e la famosa Grande Cascata, ed il giardino all’inglese, caratterizzato da dei fitti boschi.

Il Palazzo Reale di Caserta fu voluto dal re di Napoli Carlo di Borbone, il quale, colpito dalla bellezza del paesaggio casertano e desideroso di dare una degna sede rappresentanza al governo della capitale. Napoli ed al suo reame, volle che venisse costruita una reggia tale da poter reggere il confronto con quella di Versailles.

La reggia, definita l’ultima grande realizzazione del Barocco italiano fù terminata nel 1845 (sebbene fosse già abitata nel 1780), risultando un grandioso complesso di 1200 stanze e 1790 finestre.

Al termine rientro nella città di origine. Fine dei servizi. 

La quota comprende :

Viaggio A/R in Bus GT, Sistemazione in camere multiple per ragazzi,singole per accompagnatori con servizi privati in hotel 3 stelle, trattamento come da programma, bevande ai pasti (acqua in caraffa e ¼ vino per gli accompagnatori), visite, escursioni e guide come da programma, assicurazione sanitaria e infortuni, 1 gratuità ogni 20 partecipanti.

La quota non comprende :

mance, ingressi a musei, extra e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

SUPPLEMENTI :

Museo della Scienza: ingresso € 4,00 (con prenotazione) + eventuali laboratori / guide